ottobre 09, 2010

Totani imbottiti.....d'amore!

Son tornata.... o, almeno, così sembrerebbe! E' un periodo di caos totale tra lavoro, casa, famiglia e tutte quelle cose annesse e connesse di cui farei volentieri a meno.... insomma, non ho il tempo nemmeno di guardarmi allo specchio! Ma passerà: zà posso fare, zà posso fare! Vai Minù, vai Minù! (ohmiodiiiiooooo! Mi incito da sola, brutto segno!!!).

Sapete, ieri girovagando su youtube ho trovato un video che mi è piaciuto moltissimo dedicato alle donne. Premetto: questo non è un blog femminista, non sono una di quelle persone che difendono a spada tratta l'essere femminile in generale, anzi.. a volte mi sento un po' maschilista, ma non posso non riconoscere un fondo di verità e di consapevolezza nelle parole lette da Fabio Volo nel video, appunto, che voglio postarvi subito dopo questo e dedicarvi. Siamo così fragili! Sì.. Siamo un sesso delicato che andrebbe curato come si fa con un fiore di campo apparentemente così robusto, solido, selvatico, ma in realtà tanto leggero e tenue da spezzarsi per un flebile soffio di vento..

Ma non desidero angustiarvi con le mie chiacchiere, no davvero! Anche perchè non posso spezzare tutto questo romanticismo, questa emotività con la ricetta del totano imbottito.. ahahahah! Solo Minù riesce a fare abbinamenti tanto azzardati! Thò, il totaniello! ahahahah!

Totani imbottiti:

totani freschissimi
olio extra vergine
aglio
passata di pomodoro
sale q.b.
pinoli ed uva sultanina (a piacere).
Per l'imbottitura:
pane raffermo/pancarrè
latte
2 uova
parmigiano grattuggiato
2 sottilette
sale q.b.
noce moscata.

In una terrina spugnare appena il pane raffermo (oppure del pancarrè andrà ugualmente bene e non vanno eliminati i contorni) nel latte; aggiungere le 2 uova.

Intanto, mettete a riscaldare dell'olio su fiamma bassa con uno spicchio di aglio che poi andremo a togliere. Rosoleremo i calamari imbottiti prima di procedere alla cottura nel sugo.
Impastare manualmente, aggiungervi il parmigiano ed il sale. Sottilette sminuzzate e noce
moscata; aggiungere del prezzemolo, se piace:


Procedere all'imbottitura con delicatezza, la cosa importante è non rimpinzare i calamari fino a farli esplodere!


Una volta ultimata l'imbottitura, chiudete il calamaro con uno stuzzicadenti, in questo modo:

Rosolare nell'olio, girarlo velocemente evitando che si attacchi alla padella ed aggiungervi del vino bianco per sfumare. Aggiungere la passata di pomodoro e procedere alla cottura su fiamma media girando sempre di volta in volta per evitare spiacevoli inconvenienti.



THE END!

Spero tanto che proverete questa ricetta tipicamente napoletana... ne vale sempre la pena, soprattutto se durante la preparazione siete felici di ciò che state facendo. Mettetevi un pizzico d'amore che non guasta mai.... che mondo sarebbe senza amore?

Un abbraccio fortissimo dalla vostra Minù ;)


5 commenti:

  1. altro chr amore....totani super buoniii...bavissima mi inviti per pranzo...
    un abbraccio da lia

    RispondiElimina
  2. Complimenti questi totani sono fantastici!!! è tantissimo che non li preparo, che voglia!!! un bacione :D

    RispondiElimina
  3. Questi totani mi sembrano super appetitosi, una ricetta sicuramente da provare. Carino e allegro il tuo blog, ti seguiremo. Ciao Simona e Claudia

    RispondiElimina
  4. ciao!!
    grazie mille per essere passata da me!!!:)))
    così ho potuto scoprire il tuo bellissimo mondo!! bellissime le tue parole!!!!
    a presto!

    RispondiElimina
  5. G R A Z I E a voi!!!!! Vi adoroooooo!!!!!

    RispondiElimina

♨╰slurp╮♨

..improvvisa è la Magia e Minù non sai il perchè!